Una rencontre virtuelle tra l’Italia e la Francia, così si svolge in aula una lezione “pratica” di amicizia tra i popoli.

12 Dic 2016   

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Sant’Agata hanno potuto trascorrere un’ora in compagnia degli alunni francesi della scuola di Eybouleuf, grazie al collegamento Skype che ha consentito loro di parlarsi, vedersi e scambiarsi gli auguri di Natale.

Lunedì 12 dicembre 2016 le distanze tra l’Italia e la Francia si sono accorciate. Infatti tra le 11:30 e le 12:30 nell’aula 3B della scuola media « G. Pascoli » di Sant’Agata sul Santerno c’è stata una “Skype call” o meglio une rencontre virtuelle tra gli alunni della 3A e della 3B e gli alunni della scuola francese di Eybouleuf, uno dei quattro comuni con cui S. Agata sul Santerno è gemellata. Un’iniziativa accolta con molto entusiasmo dalle rispettive parti, il tema della discussione è stato
“Il Natale/Le Noël”. I piccoli alunni delle classi CM1 e CM2 della scuola francese hanno preparato un bellissimo lavoro sulle loro tradizioni natalizie augurando a tutti noi Joyeux Noël. I nostri alunni hanno risposto, in lingua francese, a tutte le loro domande preparando un lavoro sulle tradizioni natalizie in Italia. Gli argomenti trattati sono stati vari, dalla decorazione dell’albero di Natale e delle case, a Babbo Natale (le père Noël) e la Befana, il cibo che si consuma la sera della Vigilia e del giorno di Natale. Gli allievi francesi e quelli italiani con sommo stupore hanno scoperto che siamo un po’ diversi ma anche così tanto simili. Un momento di condivisione, curiosità e felicità che tutti ricorderanno sempre, con la speranza un giorno di potersi incontrare di persona e scambiarsi così un abbraccio vero. (Paola Scognamiglio e Giulia Ancarani, prof. Francese, Scuola G. Pascoli, Sant’Agata sul Santerno)

Joyeux Noël et bonne année que la paix, le bonheur et la santé vous accompagnent toujours.

Ecco alcuni commenti dei ragazzi di 3A e 3B:

«  Je l’ai bien apprécié, il a été très agréable parler avec nos petits amis en français »

« Une expérience très importante et éducative pour notre futur »

« Je me suis amusée beaucoup, une expérience unique »

« Il a été très beau chanter en langue Vive le vent d’hiver pour nos amis français et découvrir leurs traditions de Noël »

«  Parler avec les élèves de l’école d’Eybouleuf a été très très amusant, cette expérience est à refaire »

 

Un abbraccio agli alunni francesi

Léa, Elise, Charline, Thayan, Lou, Sophie, Clément, Célia, Eloi, Maëlia, Noé, Amandine, Lilian, Maëlys, Aleyna, Océane, Lucas, Agathe, Marion, Jeanne, Léane, Corentin, Arthur, Maxime, Anaïs, Laura, Adeline, Gaëtan et Pierre

e all’insegnante

Christelle Leniaud

Una delegazione francese in visita a Sant’Agata sul Santerno (LugoNotizie.it)

12 Lug 2016    Sant'Agata sul Santerno 

lugonotizie-gemellaggio-sant-agata-delegazione-in-visita

 

Tour in Romagna per gli amici francesi nel segno del gemellaggio

Una delegazione francese proveniente dai Comuni di Eybouleuf, La Geneytouse, Royères e Saint Denis des Murs, raggruppati nell’associazione “Noblat Aigues Vives”, ha fatto tappa nei giorni scorsi a Sant’Agata sul Santerno nel segno del gemellaggio con la città romagnola.

 

Il gruppo, composto da 32 persone ospitate da famiglie santagatesi, è arrivato giovedì 7 luglio ed è ripartito lunedì 11 luglio alla volta della Francia. A fare gli onori di casa il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani che, insieme al vicesindaco Lilia Borghi e all’assessore Elisa Sgaravato, ha condotto gli amici francesi alla scoperta della Romagna.

 

Venerdì il gruppo ha fatto tappa nei lidi ravennati per passare una giornata al mare all’insegna del relax. Sabato è stata la volta di Faenza e Brisighella mentre domenica la delegazione si è trovata in Comune a Sant’Agata sul Santerno per cercare di dar vita a strategie utili allo sviluppo del concetto di gemellaggio. Domenica pomeriggio “libero”: ogni famiglia ha deciso insieme al proprio ospite come trascorrere la giornata, qualcuno è andato al mare, chi in collina e chi ha scelto una città d’arte. In serata ci si è poi ritrovati tutti insieme per guardare in compagnia la finale dei campionati europei di calcio. Lunedì mattina la delegazione ha lasciato Sant’Agata sul Santerno senza nascondere commozione per la bella esperienza vissuta.

 

Il sindaco Enea Emiliani, per la riuscita dello scambio, ringrazia: le associazioni che hanno contribuito in modo fondamentale all’accoglienza dei gemelli francesi, in particolare la Pro Loco, l’associazione Kultura, il centro sociale “Ca’ di cuntaden” e il circolo Anspi; Flavio Ferrucci, Valentina Dalmonte, Elisa Ravaglia e il vicesindaco Lilia Borghi, che hanno lavorato sodo per organizzare e preparare l’accoglienza; le famiglie che hanno voluto partecipare all’esperienza, ospitando in casa propria gli amici francesi; tutti coloro che ancora una volta hanno contribuito a dare di Sant’Agata l’immagine di un paese accogliente, aperto a conoscere le altre culture e convintamente aderente ai valori dell’Unione europea.

 

“In questo momento difficile, in particolare dopo la Brexit, da Sant’Agata rilanciamo la convinzione che il valore dell’Europa unita sia fondamentale per il futuro delle nostre popolazioni, dal punto di vista politico, economico, sociale e culturale – ha rimarcato il primo cittadino -. Nonostante le tante difficoltà, crediamo nell’esperienza del gemellaggio rivolta soprattutto ai giovani, per infondere nelle nuove generazioni questa consapevolezza. Sono stati giorni bellissimi”.

 

“Siamo molto orgogliosi di questo gemellaggio che sta crescendo sempre più e che ci regala grandi soddisfazioni – ha commentato il coordinatore del gemellaggio Flavio Ferrucci -. Anche quest’anno si sono aggiunte famiglie pronte ad ospitare gli amici francesi. Straordinario lo scambio e i rapporti che si sono instaurati tra le giovani generazioni, è bello vedere che nonostante le differenze di lingua, cultura e abitudini siamo tutti europei”. Il prossimo scambio è in programma a luglio 2017, quando una delegazione di Sant’Agata sul Santerno si recherà in Francia.

 

7-11 luglio 2016. La delegazione francese arriva a Sant’Agata

07 Lug 2016   

Per cinque giorni nelle vie di Sant’Agata si sentirà parlare in francese. Il 7 luglio infatti arriverà un gruppo nutrito del Comité de Jumelage Noblat Aigues Vives, formato da ragazzi e da adulti, che si fermerà fino all’11 luglio.

Il programma per le giornate è fitto di appuntamenti e anche le serate saranno all’insegna del divertimento e della buona cucina, grazie all’organizzazione della Pro Loco.

Per chi volesse partecipare e ospitare dei gemelli d’Oltralpe, le adesioni sono ancora aperte.

6-2013

L’Anspi invita a cena gli amici del gemellaggio.

19:00    18 Giu 2016    Sant'Agata sul Santerno 

L’Anspi ha dedicato la serata di sabato 18 giugno agli amici del Gemellaggio di Sant’Agata sul Santerno con il Comité de Jumelage Noblat Aigues Vives.

La cena, accompagnata dai colori della bandiera francese, è stata anche l’occasione per vedere le foto e i video realizzati duranti l’ultima visita in Francia da parte della delegazione italiana, che si svolta dal 6 al 9 maggio.

Un très grand merci a tutti i presenti e in particolare agli organizzatori dell’Anspi per l’allegria contagiosa e l’ottima cucina! À la prochaine fois!

IMAG1131