Una rencontre virtuelle tra l’Italia e la Francia, così si svolge in aula una lezione “pratica” di amicizia tra i popoli.

12 Dic 2016   

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Sant’Agata hanno potuto trascorrere un’ora in compagnia degli alunni francesi della scuola di Eybouleuf, grazie al collegamento Skype che ha consentito loro di parlarsi, vedersi e scambiarsi gli auguri di Natale.

Lunedì 12 dicembre 2016 le distanze tra l’Italia e la Francia si sono accorciate. Infatti tra le 11:30 e le 12:30 nell’aula 3B della scuola media « G. Pascoli » di Sant’Agata sul Santerno c’è stata una “Skype call” o meglio une rencontre virtuelle tra gli alunni della 3A e della 3B e gli alunni della scuola francese di Eybouleuf, uno dei quattro comuni con cui S. Agata sul Santerno è gemellata. Un’iniziativa accolta con molto entusiasmo dalle rispettive parti, il tema della discussione è stato
“Il Natale/Le Noël”. I piccoli alunni delle classi CM1 e CM2 della scuola francese hanno preparato un bellissimo lavoro sulle loro tradizioni natalizie augurando a tutti noi Joyeux Noël. I nostri alunni hanno risposto, in lingua francese, a tutte le loro domande preparando un lavoro sulle tradizioni natalizie in Italia. Gli argomenti trattati sono stati vari, dalla decorazione dell’albero di Natale e delle case, a Babbo Natale (le père Noël) e la Befana, il cibo che si consuma la sera della Vigilia e del giorno di Natale. Gli allievi francesi e quelli italiani con sommo stupore hanno scoperto che siamo un po’ diversi ma anche così tanto simili. Un momento di condivisione, curiosità e felicità che tutti ricorderanno sempre, con la speranza un giorno di potersi incontrare di persona e scambiarsi così un abbraccio vero. (Paola Scognamiglio e Giulia Ancarani, prof. Francese, Scuola G. Pascoli, Sant’Agata sul Santerno)

Joyeux Noël et bonne année que la paix, le bonheur et la santé vous accompagnent toujours.

Ecco alcuni commenti dei ragazzi di 3A e 3B:

«  Je l’ai bien apprécié, il a été très agréable parler avec nos petits amis en français »

« Une expérience très importante et éducative pour notre futur »

« Je me suis amusée beaucoup, une expérience unique »

« Il a été très beau chanter en langue Vive le vent d’hiver pour nos amis français et découvrir leurs traditions de Noël »

«  Parler avec les élèves de l’école d’Eybouleuf a été très très amusant, cette expérience est à refaire »

 

Un abbraccio agli alunni francesi

Léa, Elise, Charline, Thayan, Lou, Sophie, Clément, Célia, Eloi, Maëlia, Noé, Amandine, Lilian, Maëlys, Aleyna, Océane, Lucas, Agathe, Marion, Jeanne, Léane, Corentin, Arthur, Maxime, Anaïs, Laura, Adeline, Gaëtan et Pierre

e all’insegnante

Christelle Leniaud